RC TX RX BIND - mcworkshop

MC        WORKSHOP
Vai ai contenuti

Menu principale:

RC TX RX BIND

RC
RC

Aeromodellismo dinamico
Modellismo navale dinamico
Modellismo automobilistico dinamico
TX RX
Modello: FS-I6 Transmitter
Modello: FS T4B Transmitter
Modello: FS R6B Receiver
BIND FS R6B
BIND FS IA6
Batterie Lipo

L'Aeromodellismo dinamico è l'hobby che ha per fine la realizzazione di modelli in scala ridotta di aerei volanti, che possono essere anche pilotati a distanza tramite radiocomandi. A seconda delle normative nazionali, è possibile utilizzare radiocomandi di bassa potenza e differenti Modulazioni di segnale AM / FM / PCM operanti in VHF (27, 29, 35, 36, 40, 41, 50, 72 MHz) e le moderne trasmissioni digitali in tecnica FHSS / DSSS operanti in UHF (2,4 GHz). Riguardo l'Italia, si riporta ad opera del Ministero delle Comunicazioni il Piano Nazionale di Ripartizione delle Frequenze, e quello più specifico ad opera della Federazione Aeromodellistica FIAM: il piano frequenze per il modellismo. Ogni singolo radiocomando dovrà godere di omologazione a trasmettere in Italia. (Nota: a seconda del modello di radiocomando, il modulo trasmettitore potrà essere integrato (fisso) o intercambiabile. In caso di modulo trasmettitore intercambiabile, quindi sostituibile ad uno precedente operante in altra frequenza/e e/o modulazione, questo dovrà godere della necessaria omologazione a trasmettere in Italia).
Ulteriori approfondimenti riguardano i moderni sistemi di trasmissione in 2,4 GHz: la trasmissione verso il modello è di tipo "univoco": il sistema assegna alla ricevente (previa operazione manuale di "binding" da effettuarsi una tantum) un codice identificativo dell'unico radiocomando da cui accettare comandi. La nativa gestione automatica della frequenza d'uso e la caratteristica di "binding" appena accennata, fanno sì che questi sistemi possano operare contemporaneamente nel medesimo spazio di manovra, svincolando pertanto il modellista dalla tradizionale responsabilità di dover verificare di essere l'unico ad occupare una frequenza (tipica dei sistemi di trasmissione in VHF), oggi, molti dei sistemi di trasmissione 2,4 GHz si sono evoluti in sistemi di rice-trasmissione (definiti a volte come Bidirezionali o Telemetrici o Dual o Full-Duplex o Two way), prevedono cioè che il radiocomando possa ricevere contemporaneamente un segnale dal modello, segnale che ovviamente non trasporterà comandi ma "dati sensoriali", cioè dati che la ricevente di bordo (ora anche trasmittente) è in grado di rilevare attraverso opportuni sensori che il modellista ha deciso di installare sul modello (sensori doverosamente della medesima marca del sistema scelto). Alcuni sistemi di rice-trasmissione offrono di base la rilevazione dello stato della tensione elettrica ai capi della ricevente a bordo modello e la qualità del segnale da quest'ultima ricevuto. La gestione invece delle "rilevazioni sensoriali", a volte è concentrata solo sul modulo trasmettitore del radiocomando ed a volte, più efficacemente, sul radiocomando stesso con possibilità di lettura, impostazione di soglie di allarme e registrazione nel tempo, con eventuale scaricamento dati su PC per successive elaborazioni grafiche.

Aeromodellismo dinamico
Aeromodelli a volo libero
F1A – GLIDERS (Veleggiatori)
F1B – MODEL AIRCRAFT WITH EXTENSIBLE MOTORS « WAKEFIELD » (Aeromodelli a elastico)
F1C – POWER MODEL AIRCRAFT (Aeromodelli con motore)
F1D – INDOOR MODEL AIRCRAFT (Micromodellismo)
F1E – GLIDERS WITH AUTOMATIC STEERING (Veleggiatori da pendio)
F1G – MODEL AIRCRAFT WITH EXTENSIBLE MOTORS « COUPE D'HIVER » (Provisional)
F1H – GLIDERS (Provisional)
F1J – POWER MODEL AIRCRAFT (Provisional)
F1K – MODEL AIRCRAFT WITH CO2 MOTORS (Provisional)
F1L – INDOOR EZB MODEL AIRCRAFT (Provisional)
F1M – INDOOR MODEL AIRCRAFT (Provisional)
F1N – INDOOR HAND LAUNCH GLIDERS (Provisional)
F1P – POWER MODEL AIRCRAFT
F1Q – ELECTRIC POWER MODEL AIRCRAFT (Provisional)
F1R – INDOOR MODEL AIRCRAFT “MICRO 35” (Provisional)

Aeromodelli a volo radiocomandato
F3A - R/C AEROBATIC POWER MODEL AIRCRAFT (Acrobatici)
F3B - RC MULTI-TASK GLIDERS (Veleggiatori multitask)
F3C - RC HELICOPTERS (Elicotteri)
F3D - PYLON RACING MODEL AIRCRAFT (Corsa tra piloni-Pylon racing)
F3F - RC SLOPE SOARING GLIDERS (Veleggiatori da velocità in pendio)
F3H - RC SOARING CROSS COUNTRY GLIDERS (Provisional)
F3J - RC THERMAL DURATION GLIDERS (Veleggiatori da durata con traino a mano)
F3K - RC HAND LAUNCH GLIDERS (Veleggiatori multitask con lancio a mano)
F3M - LARGE R/C AEROBATIC POWER MODEL AIRCRAFT
F3N - RC HELICOPTERS FREESTYLE
F3P - INDOOR R/C AEROBATIC POWER MODEL AIRCRAFT
F3Q - RC AERO-TOW GLIDERS (Provisional)
F3S - JET R/C AEROBATIC POWER MODEL AIRCRAFT
F3U - FPV MULTIROTOR RACING

Modellismo navale dinamico
Modelli con motore elettrico
Si tratta dei modelli più semplici da costruire e da pilotare, è inoltre possibile realizzare un modello soddisfacente con una spesa abbastanza ridotta. Per contro si tratta in genere di modelli piuttosto lenti, penalizzati fra l'altro dal peso delle batterie. Anche in questo caso il radiocomando controlla il timone e la velocità del motore. A differenza dei motori a scoppio il controllo della velocità dei motori elettrici avviene per mezzo di appositi regolatori di velocità comandati direttamente dal ricevitore del radiocomando. Nel caso di modelli in cui il motore viene particolarmente sollecitato è necessario prevedere un sistema di raffreddamento per il motore stesso e per il regolatore di velocità.

Modellismo automobilistico dinamico
Le competizioni di "alto livello" vedono come protagoniste due scale, ovvero 1/10 ed 1/8 ripartite nelle seguenti categorie:
On road
1/18 Pista
1/10 Touring
1/12 Pan Car
1/8 Pista
1/8 Rally Game
1/5 Touring
1/5 F1
1/4 Dragster
1/10 Formula
Off road
1/18 buggy
1/10 buggy
1/10 truggy
1/8 buggy
1/8 truggy (misure maggiori rispetto ad un buggy e con ruote del monster truck)
monster truck
Crawler e scaler
1/5 buggy
Per quanto riguarda la categoria Rally Game vi sarebbero in realtà due sottocategorie:
la Rally Game "pura" anche se la meno praticata, prevede modelli con trasmissione su cardani
la più recente e diffusa Rally GT, dove i modelli sono contraddistinti dalla trasmissione a cinghie che conferiscono velocità più elevate.
Quest'ultima categoria è stata recentemente al centro di alcune polemiche da parte dei suoi praticanti, venivano appunto contestate le evoluzioni sempre più tecnologiche di assetto e messa a punto dei modelli, ricordando che il rally game nacque come categoria mista, dove i tracciati in origine prevedevano addirittura tratti misti fra asfalto e terra, oggigiorno le GT assomigliano sempre più alle macchine da pista, dalle quali differiscono principalmente solo per la mancanza del cambio a due rapporti e per gli pneumatici in lattice anziché in spugna.

fonte: wikipedia
TX RX



Il trasmettitore RC è uno tra i più utilizzati nella fascia medio bassa. Ha un buon rapporto qualità prezzo.
- Modello: FS-I6 Transmitter
- Canali: 6
- Mode: Mode 2 (Joystick acceleratore sulla sinistra)
- RF range: da 2.4055 GHz a 2.475 GHz
- Larghezza di banda: 500 kHz
- Potenza RF: < 20 dBm
- Sistema 2,4 GHz: AFHDS 2A / AFHDS
- Modulazione: GFSK (Gaussian Frequency-Shift Keying)
- Porta DSC: Sì, (PS2, uscita: PPM)
- Avviso di batteria scarica: Sì (meno di 4,2 V)
- Display 128x64 pixel con retroilluminazione
- Aggiornamento online: sì
- Alimentazione: 6 Vdc (4 batterie da 1,5 V tipo AA)
- Peso: 392 grammi
- Lunghezza Antenna: 26 mm (Dual Antenna)
- Dimensioni (mm): 174x89x190

- Modello: FS-IA6 Receiver
- Canali: 6
- RF range: da 2.4055 GHz a 2.475 GHz
- Sensibilità di recezione RF: -105 dBm
- Sistema 2,4 GHz: AFHDS 2A
- Modulazione: GFSK (Gaussian frequency-shift keying)
- i-BUS Port: No
- Alimentazione: da 4 Vdc a 6,5 Vdc
- Peso: 6,4 grammi
- Dimensioni (mm): 40x21x7


In alternativa, un'altro trasmettitore RC:
Modello: FS T4B Transmitter

FS T4B


Modello: FS R6B Receiver




BIND FS R6B

Ogni radio e ogni ricevitore adottano procedure differenti per essere associati tra loro (bind).
accendete la radio e selezionate dal menù System RX Setup;
disabilitate, se in ON, AFHDS;
uscite dal menù e spegnete la radio;
inserite il ponticello sul canale 3 del ricevitore;
alimentate il ricevitore sui pin di BATT;
accendete la radio tenendo premuto il pulsante bind;
spegnete la radio;
togliete il ponticello dal canale 3 del ricevitore;
togliete alimentazione al ricevitore.
Se tutto è andato a buon fine la radio è associata al ricevitore; fate una prova collegando un servomotore.




BIND FS IA6

accendete la radio e selezionate dal menù System RX Setup;
abilitate, se in OFF, AFHDS;
uscite dal menù e spegnete la radio;
inserite il ponticello su BATT del ricevitore;
alimentate il ricevitore sui pin del CH1;
accendete la radio tenendo premuto il pulsante bind;
spegnete la radio;
togliete il ponticello da BATT del ricevitore;
togliete alimentazione al ricevitore.
Se tutto è andato a buon fine la radio è associata al ricevitore; fate una prova collegando un servomotore.




LI-PO
PERICOLO
Le LIPO sono batterie molto performanti per il modellismo, ma hanno bisogno di una cura particolare nello stoccaggio e nella ricarica. Utilizzate sempre il carica batterie in dotazione e se non lo avete non superate mai la corrente di ricarica oltre la corrente massima dichiarata sul pacco batteria.
Durante la ricarica tenetele in osservazione: non devono scaldare, possono prendere fuoco o esplodere. Il trasporto va fatto con cura. Non esponetele a fonti di calore dirette come il sole in pieno luglio; utilizzate un contenitore che possa preservare la vostra incolumità in caso di incendio o esplosione. La temperatura massima di utilizzo, trasporto e stoccaggio non deve superare i 40°C. In inverno, come tutte le batterie, risentono del freddo riducendo le prestazioni. Mantenetele a una temperatura di 20°C perchè possano fornirvi la prestazione per la quale la state utilizzando.

S = collegamento delle celle in serie
P = collegamento delle celle in parallelo
esempio: 8S2P pacco composto da 8*2 = 16 celle / 8 elementi in serie e 2 paralleli.

mA: milli ampere (corrente erogabile di targa)
esempio 2000mA = 2A (ampere)

V = volt (tensione)
esempio 3.7V = 3,7 volt
Se su un motore si legge per esempio 3S, la massima tensione applicabile al motore è: 3*3.7 = 11.1 Volt massimi applicabili

C = è la massima corrente che il pacco batterie può fornire
esempio 3C scritto su un pacco batterie da 1000 mA significa che sono prelevabili 3*1000 = 3000 mA cioè 3A in continuazione

BURST = corrente di picco prelevabile per pochissimi secondi
esempio: su un pacco da 1000mA si legge 3C e burst 5C. E' possibile prelevare costantemente 3*1000 = 3000mA (3A) e per pochi istanti 5*1000 = 5A

Scarica di una batteria e tempo di autonomia
Se abbiamo una batteria da 1000mA e un consumo di 10A a livello teorico la batteria , in funzionamento continuo, dura: 1000 / 10 * 60 = 9 minuti


 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu